Serie A, 13ª giornata: i migliori XI di giornata

romanzo calcistico

Gianluigi Buffon

Ci sarebbe il solito Donnarumma, ma voglio premiare l’ottima prestazione dell’evergreen Gigi Buffon, 42 anni suonati, autore di diversi interventi in un match comunque filato liscio per i suoi compagni.

Robin Gosens

Torna a segnare e ad essere decisivo il tedesco sulla fascia destra: oltre a realizzare il gol del sorpasso, ara la fascia come ci ha abituati nelle stagioni scorse.

Theo Hernandez 

Davvero devastante sulla sinistra questo ragazzo che inspiegabilmente non viene mai chiamato dal commissario tecnico della Francia Didier Deschamps. Considerando che in quella zona in nazionale gioca Digne, il dubbio che ci sia qualcosa sotto si fa sempre più ingombrante.

Matthijs De Ligt

Classe ’99, ma già leader indiscusso. Partita senza nemmeno sudare, un po’ anche per l’inconsistenza dell’attacco avversario. Potenzialmente può dominare la scena in difesa per i prossimi quindici anni.

Kamil Glik

Buona prestazione difensiva di tutto il reparto giallorosso, guidato ottimamente dal suo capitano di giornata Kamil Glik. Il polacco è sinonimo di garanzia.

Luis Alberto

È tornato a esprimersi ai suoi livelli dopo alcune prestazioni sottotono. Quando è in partita, regala perle assolute, come il gol…

Dejan Kulusevski

Spesso tenuto in panchina da Andrea Pirlo, schierato nuovamente tra i titolari (contro la sua ex squadra) il classe 2000 svedese ha dimostrato tutto il suo talento e la sua concretezza: gol al primo affondo per un giocatore che farà probabilmente le fortune della Juventus nei prossimi anni.

Hakan Calhanoglu

Nel Milan post covid, insieme ad Ibra è forse il vero giocatore chiave nello scacchiere di Pioli. Cuce il gioco come pochi, segna (annullato) e dispensa assist su assist. Il turco è ormai una stella del campionato italiano.

Cristiano Ronaldo

Gli hanno imputato in queste ultime uscite di segnare solo su rigore e lui di contro fa una doppietta su azione. Tanto per dimostrare, se ce ne fosse ancora il bisogno, la sua supremazia in area di rigore.

Josip Ilicic

Che bello rivedere lo sloveno a questi livelli: entra nella ripresa e spacca letteralmente la partita. Un assist e un gol per sugellare una prestazione super.

Ciro Immobile

Segna sempre lui verrebbe da dire nella Lazio. ottavo centro in undici presenze, in più l’assist per il gol del compagno Luis Alberto. Ciro sembra non esser mai sazio…

Lascia un commento